Mamma, mi leggi un libro senza libro?


L'altra sera, nel lettino con Orsetta curiosona, avevamo già consumato il rituale della nanna: avevamo letto 1,2,3 storie, avevamo spento la luce e avevamo già detto buonanotte. Orsetta però non ne voleva sapere di dormire e così mi ha chiesto: "mamma, mi leggi un libro senza libro?".
Che cos'è un libro senza libro? 
Sono quelle storie che non sono scritte da nessuna parte, sono quelle storie che vengono dalla nostra fantasia, sono quelle storie magiche che le mamme raccontano andando incontro ai desideri e ai sogni dei loro  bambini, sono quelle storie dove non ci sono immagini da guardare ma solo parole da ascoltare e scenari da immaginare. 
Io non avevo mai dato un nome a queste storie, lo ha fatto lei, Orsetta Curiosona, con la capacità di stupirmi che solo lei ha. 

I nostri libri senza libri raccontano le avventure di un pompiere! E voi, avete delle storie speciali che solo voi conoscete? Quali sono i vostri libri senza libri preferiti? 


8 commenti:

  1. Ma certo che sì! Noi abbiamo decine di storie inventate, un intero mondo di fantasia. Ci sono quelle diurne (tipo la storia/gioco dei panini - hai letto il post? - che è diventata una versa saga), ma anche quelle notturne che vengono lette a luce spenta ed inventate di sana pianta. A volte le ho pure registrate con l'Ipod ben nascosto nella coperta. Tu non hai idea di che meraviglia sia, poi, risentirle a distanza anche solo di mesi.

    RispondiElimina
  2. WOW!!! Le mamme hanno risorse incredibili! P.S. La storia dei panini è troppo forte, ho riso un sacco!

    RispondiElimina
  3. I Panini sono sempre una garanzia!

    RispondiElimina
  4. Leggendo i commenti mi è venuta voglia di sapere di più della storia dei panini...intanto ti rispondo, orsetti: si, ne abbiamo anche se per me nascono sempre da un immagine, un quadro, un disegno una foto o una scena mentale che ricordo....e da il parto con racconti per ora semplici semplici, come il mio nano, poi chissà!
    Forse, però la cosa che ci piace di più la sera finito il momento della lettura e modificare le canzoncine e filastrocche per bambini, per farle solo nostre....e ripeterle all'infinito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accontento subito la tua curiosità: leggi il post di Squitty dentro l'armadio. :-)

      Elimina
  5. Io difficilmente racconto libri senza libri... se lo faccio... racconto loro storie che parlano di loro del loro vissuto quotidiano.. oppure storie di quando i nonni era piccoli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le storie che parlano dei bambini stessi hanno sempre un certo fascino! A volte le uso per superare piccoli problemi quotidiani come i capricci per fare qualcosa.

      Elimina

Mamma Orsa CuriosonadiStefaniaDesign byIole