Le disavventure dei miei viaggi


Quando ho letto di questa iniziativa di Monica di Viaggi e Baci mi è venuto subito da ridere. Quando pensiamo a un viaggio, ci vengono subito in mente tutti gli inconvenienti che sono capitati e che diventano i primi aneddoti da raccontare una volta tornati a casa. Dunque partecipo veramente divertita a questa bella iniziativa e non vedo l'ora di leggere cosa è successo a voi. 

Voglio raccontarvi un episodio relativo al viaggio di nozze. 

Siamo a San Francisco, prima tappa del nostro viaggio che ci porterà alla scoperta dei grandi parchi americani.


Decidiamo di effettuare un giro guidato della città su una specie di go car. Al noleggio ci fanno un vero e proprio corso per guidare l'aggeggio... in inglese ovviamente ... Tutto chiaro? Più o meno. Ci danno il casco e una cartina striminzita della città ma ci dicono anche: niente paura, c'è il gps e una guida vocale in italiano che vi indicherà la strada. Perfetto! Si parte! 


WoW! Favoloso! Ridiamo come due scemi quando ad un certo punto ...  

... grrrrrrrrrrrrrrrrrrrr shhhhhhhhhhhhhhhhhhh trrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr... 

Il gps va in tilt e non sentiamo più nulla. Panico? Ma no, c'è la cartina. Ecco, potete ben capire l'utilità di una cartina di 10x10 di una città come San Francisco... e ci perdiamo! Finiamo fuori dal circuito del giro guidato e viaggiamo affiancati da grandi SUV americani! Senza contare poi le strade in salita e in discesa con un aggeggio del genere. Strade tipo questa o peggio!


Fortunatamente siamo riusciti ad arrivare incolumi e almeno abbiamo ottenuto uno sconto sul prezzo del noleggio, visto che di giro guidato proprio non si è trattato! 


29 commenti:

  1. Beh dai, almeno avete avuto lo sconto! é vero, dei viaggi è bello raccontare aneddoti del genere, certo quando ti capitano forse un pò meno, ma poi risultano veramente divertenti! Ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto giusto ... POI risultano divertenti :-)

      Elimina
  2. Mitici! Anche noi in viaggio di nozze siamo passati da San Francisco .... e ce ne siamo innamorati!
    Chissà con il vostro giro fuori pista quante cose avrete visto che noi "comuni turisti" ci siamo persi!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche voi a San Francisco? Che giro avete fatto?

      Elimina
    2. Los angeles, Arizona, Utah, Nevada, San Francisco e giù per la costa della California fino a tornare a Los Angeles...

      Elimina
  3. però, dai , è un'avventura fantastica, no? hai qualcosa di solo tuo da raccontare!

    RispondiElimina
  4. Che belle quelle case colorate tutte in linea, le adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo come un vago presentimento che ti sarebbero piaciute :-)

      Elimina
  5. Immagino che oltre allo sconto il giro sarà durato anche più del previsto e avrete visto cose che i normali turisti nemmeno sognano ... quindi ... bellissima disavventura!
    E grazie per avercela raccontata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda lì per lì, vedevo solo i minuti che passavano e che il conto corrente calava in quanto si erano trattenuti la carta di credito.. :-( Col senno di poi...

      Elimina
  6. bè direi che alla fine è andato tutto bene....che bel tour matrimoniale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto? Spero tanto di tornarci un giorno con le orsette!

      Elimina
  7. Alla fine forse è stato un bene, lo sconto e in più una visita fuori dagli itinerari per turisti...
    Ciao, Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Antonella, grazie di essere passata...mi sono appena letta la tua disavventura con il piumone!

      Elimina
  8. Simpatico, però hai ragione tu, dopo è simpatico.
    Se fosse capitato a me mi sarei agitata molto, mi capita sempre così quando sbaglio strada e sono in macchina.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  9. Che panico, in una città come quella!!! Ma penso che abbia reso indimenticabile il viaggio intero!!! ^_^

    RispondiElimina
  10. Io della tecnologia, in questi casi, non mi fido mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tecnologia ha la grande capacità di piantarti in asso nei momenti peggiori!!!!!

      Elimina
  11. San Francisco che nostalgia! Sai che ci capito'? Stavamo percorrendo a piedi il centro città, al collo avevamo un laccetto con la chiave dell'auto presa a noleggio. Ci fermammo un attimo su una panchina per toglierci la maglia che faceva stranamente caldo, e ci togliemmo anche la chiave. Poi ripartimmo, lasciandola li. Al parcheggio, qualche ora dopo ce ne accorgemmo, panico! Abbiamo rifatto il percorso inverso e la ritrovammo sempre li con un biglietto scritto da non so chi che diceva: don't tuch it's a rent CAR!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow che storia e che paura, immagino! Dice molto sull'onestà delle persone. Una cosa che ho riscontrato a San Francisco è proprio questa :-)
      (A differenza di altre città americane)

      Elimina
  12. Grazie per il commento al mio post! Anch'io sono stata a San Francisco ma all'epoca non noleggiavano questi attrezzi infernali!
    Sai che ho pubblicato la foto della stessa strada proprio in un altro post di Monica: quello sull'architettura dei miei viaggi!

    RispondiElimina
  13. Alla fine e' andata ma immagino il vostro panico...siete stati bravi a tornare indietro da soli!!!

    RispondiElimina
  14. Che ridere, mi immagino la scena fermi al semaforo sulla macchina gialla mentre venite affiancati da un mega suv! Però almeno vi sarete divertiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai proprio colto nel segno... fermi al semaforo affiancati da mega suv!!!! Mai più!!!!!!!!!

      Elimina
  15. Mi accorgo leggendo le disavventure dei partecipanti che sono divertenti quando vengono raccontate… a viverle un po' meno!!!

    RispondiElimina

Mamma Orsa CuriosonadiStefaniaDesign byIole