Mani per creare


Niente può giungere alla mente se non passa dalle mani 
(Montessori)

I laboratori creativi rappresentano una grande occasione di lavoro e di incontro, per riuscire a vincere quell'idea e quella pratica che vede ancora oggi nell'educazione un fatto, un evento essenzialmente autoritario e trasmissivo.
(Pittarello)

Le maestre della scuola dell'infanzia di orsetta ci hanno sottolineato come i bambini del 2000 manchino di manualità. Sono bravi nei giochi simbolici, sono bravi a contare e leggere anche prima del tempo, sono bravi con le tecnologie ma mancano di manualità. Ecco perché a scuola hanno proposto questo laboratorio dal titolo esemplificativo "mani per creare". Attraverso questo laboratorio, i bambini hanno la possibilità di avvicinarsi alla conoscenza di un  nuovo materiale, l'argilla, mediante attività di manipolazione libera e di esplorazione guidata. 

Siamo giunti ormai a metà anno e i bambini hanno avuto un primo approccio al laboratorio attraverso attività di esplorazione e conoscenza: materiali (argilla rossa e bianca), strumenti caratteristici e regole di lavoro. In  questo periodo hanno effettuato attività di manipolazione libera con espressione di sensazioni, impressioni, pensieri che il materiale suscita in loro, gioco libero, creazione spontanea, realizzazione di forme e di soggetti liberamente scelti.

A casa abbiamo provato a incentivare il piacere della manipolazione dei materiali, anche perché orsetta ha sempre bisogno di una spintarella per appassionarsi ad alcune attività. Per questo ci siamo cimentate con il das, creando dei segnaposto per Natale, vi ricordate?

E in questi giorni di vacanza, Orsetta e papà orso hanno creato Peppa Pig e Suzy pecora con la plastilina. Non è propriamente un lavoro creativo ma bisogna pur assecondare le passioni di Orsetta. (Non vi dico la faccia di papà Orso a queste richieste?!?!) Abbiamo utilizzato un kit che ci è stato regalato per Natale con tutto l'occorrente ma essenzialmente basta avere un po' di plastilina colorata.


Conclusioni? Manipolare ci piace tantissimo. E voi che altri materiali avete utilizzato per queste attività?

14 commenti:

  1. Io faccio la plastilina in casa: entrambi i miei bimbi ci passano ore ed ore ed ore a giocarci!!
    Al più grande (3 anni) piace tantissimo anche pasticciare con carta, forbice e colla!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci devi passare la ricetta della plastilina!!!!

      Elimina
    2. Io uso quella del meraviglioso ed insostituibile blog Quandofuoripiove! Non serve cottura, né cremortartaro, sono tutti ingredienti naturali (con la piccola ogni tanto qualche pezzo finisce in bocca...) e rimane morbida a lungo!! Ah e i bambini si divertono a prepararla insieme a me!

      Elimina
  2. Quando mio figlio era piccolo usavamo il Dido, ma non è che ne andassimo pazzi, né io né lui. Un paio di volte la pasta e sale. Ma lui è un maschio e non è mai stato troppo interessato a questo tipo di attività. A scuola naturalmente fanno di tutto e di più. Posso aggiungere .... molti bambini moderni non sono capaci di giocare (opinione di una cugina di mio marito maestra di materna); molti bambini di oggi non sono in grado di stare all'aperto (opinione delle ns maestre) e queste solo per dirne alcune. Che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in parte è vero: siamo sempre alla ricerca di dare nuovi stimoli e ci dimentichiamo delle cose semplici. Dipende molto però dallo stile di vita di ogni singola famiglia. Noi ad esempio abitiamo in una zona molto rurale e orsetta adora stare fuori... il suo animale preferito è la mucca tanto per dirne una!

      Elimina
    2. Assolutamente d'accordo. Noi abitiamo in città ma ... siamo molto rurali dentro, per cui è più facile che ci trovi su un prato che in un negozio. Da due anni vivo, in estate, la vita di paese e non c'è paragone. Pur con i limiti di un piccolo centro, ti assicuro, si vive meglio. Se potessi (e non posso per motivi lavorativi e scolastici) mi trasferirei armi e bagagli. Per come sono fatta io, o meglio per come mi sono scoperta essere, ché ero un'irriducibile sostenitrice della città, sarebbe il mio ideale di vita.

      Elimina
    3. ti dico solo che il mio ideale di vita sarebbe stato in un loft a Parigi e mi ritrovo qui fra le stalle e le mucche! :-)

      Elimina
    4. Quando, molti anni fa, siamo stati a Parigi con mio marito, mi pare non fossimo neppure sposati, gli ho detto "Se potessi io abiterei qui". A me sarebbe davvero piaciuto. Adesso, forse sto invecchiando, penso che vorrei abitare nella mia casetta dalle persiane verdi, in un paesino praticamente sconosciuto, in una valle trentina. Non ci sono le mucche, ma mi vedo molto vecchia signora con cappello di paglia in testa a curare le rose. Come si cambia!!!

      Elimina
    5. già già... io sono molto combattuta. Trovo che la dimensione di "paese" sia giusta per le bambine ma a volte mi viene da pensare che ci tolga delle possibilità.

      Elimina
  3. A nicco piace molto modellare... Da quando ci hanno regalato il dido vuole giocare solo a quello: facciamo dalle crostate agli gnocchi sino ai pupazzi di neve

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente questo tipo di attività scatena la creatività!

      Elimina
  4. pasta di sale (che è velocissima e costa quasi zero!) per pasticci che non debbano essere conservati; didò fatto in casa molto morbido e piacevole al tatto, riutilizzabile per mesi e mesi se ben conservato; e la new entry la pasta di neve con il bicarbonato!
    Sono tutte una garanzia per tenere il pargolo impegnato mentre devo cucinare :-)
    Se non trovi qualche ricettina non esitare e chiedi pure ;-)

    RispondiElimina
  5. La pasta di neve?!?!?! Sono troppo curiosa ...

    RispondiElimina

Mamma Orsa CuriosonadiStefaniaDesign byIole